delete

Biografia 1977

Mostra personale alla Galleria Acquario di Casale Monferrato. Realizza gli Atlanti, un ciclo di tecniche miste su carta intelata dove orizzonti e paesaggi fittizi sono illusoriamente ricreati dal contrasto di superfici diverse fra loro: alcune intensamente pittoriche, materiche, graffite, terrestri; altre asettiche e luminose, irraggiungibili come il cielo autunnale. Pubblica un’ampia monografia sull’opera di Renzo Vespignani (Fabbri).
delete

Biografia 1978

Mostra personale al Graphica Club d’Arte Moderna di Milano, dove espone sculture e logogrifi bianchi in polistirolo. Alla Galleria Ricerche, Torino (catalogo con una poesia di Marisa Zoni), presenta i Cieli, il ciclo di opere Cubi nello spazio, e i Paesaggi dell’Atlas, realizzati con inchiostri tipografici e pastelli su carte intelate. Partecipa alla Biennale Internazionale della Grafica, allestita a Firenze, nelle sale di Palazzo Strozzi. Incontra a Parigi Mihail Chemiakin, con cui nasce una grande amicizia. In una mostra presso la Galleria Fischer,...
delete

Biografia 1979

Nella mostra personale alla Galleria Gissi di Torino espone tecniche miste, pastelli su carta e olii su tela, intitolati Cupole russe. Dove il motivo, fortemente plastico e decorativo, del profilo di queste forme a doppia curva, concava e convessa, si staglia e si incrocia su supporti di ogni genere, dai flani bianchi, alle iute, alle carte colorate. ”Comment un pur latin comme Ezio Gribaudo a-t-il pu penetrer dans l’essence meme de ce qui berce la fameuse ‘ame slave’?” si domanda Lydia Orloff nell’introduzione al catalogo,...
delete

Biografia: 1980

Alla Galerie Abel Rambert di Parigi presenta una nuova serie di Cupole russe realizzate su mappe topografiche a tempera e pastello. In catalogo un’antologia di poeti russi. Un ciclo di pastelli su carta ispirati a un recente viaggio in India e in Nepal è esposto invece alla Galleria Ottini di Torino. Collabora alla realizzazione della mostra antologica di Theophile Alexandre Steinlen, allestita alla Civica Galleria d’Arte Moderna di Torino, per cui cura anche la grafica del catalogo.
delete

Biografia 1981

Logogrifi ottenuti per la prima volta con un materiale naturale non trattato, il legno di tiglio, vengono esposti alla E. Nakhamkin Gallery di New York (in catalogo testi di Graham Sutherland e Jean Dubuffet). Si tratta di altorilievi a più stratificazioni scavate nel legno grezzo, sorta di carte topografiche di un immaginario paesistico sempre assai fervido, dove le quote dell’intaglio mimano le curve di livello, senza rinunciare ai tenui e delicatissimi effetti cromatici dati dalle calde sfumature della materia stessa. Un risultato che si colloca...
delete

Biografia 1982

Una trentina di recenti Logogrifi su legno più dodici su carta sono presentati alla Galleria Toninelli di Roma. In catalogo è Enrico Crispolti a commentare la significativa evoluzione, tecnica ed estetica, compiuta dall’artista: ”I ‘legni’ di Gribaudo ci propongono immagini inedite di ‘natura’. Direi esattamente di una ‘natura’ attraversata da una pratica tecnologica, ma infine ricuperata proprio come tale, al di là della tecnologia. Insomma, le sue, sono possibili immagini attuali, postecnologiche, di ‘natura’…...